«La natura è una faccenda ottusa», così esordisce Angela Vettese nella prefazione Dis-nascere di Elisabetta di Maggio. Tutto il repertorio dell’artista ripete il rito del diffondersi ineluttabile della vita, a volte facendo morire i rami secchi, a volte esagerando con la generazione dei rami collaterali. Le sue fonti sono non solo antropologiche, botaniche e scientifiche ma anche le decorazioni, dai merletti alla carta da parati come traduzione della tendenza dell’uomo alla permutazione, alla ripetizione possibilmente inalterata ma spesso invece turbata da traumi e scosse.

CamuffoLab ha realizzato per Fondazione Bevilacqua La Masa il catalogo dedicato alla mostra Dis-nascere.

Cliente: Fondazione Bevilacqua La Masa

Edito da: Silvana Editoriale

Curato da: Angela Vettese

Team: Matteo Zago